contattigalleryla storiaportfoliohome
Michelangelo Merisi da CaravaggioMichelangelo Merisi da Caravaggio
Milano 29 settembre 1571 - Port'Ercole 18 luglio 1610 Luogo di sepoltura ignotoMilan 29 September 1571 - Port'Ercole 18 July 1610 Unknown burial site

Ottavio Leoni, Ritratto di Caravaggio, 1621 ca., Biblioteca Marucelliana, FirenzeOttavio Leoni, Portrait of Caravaggio, 1621 ca., Biblioteca Marucelliana, Florence

 

Biografia a cura di Ferdinando Bologna

1571 - Michelangelo Merisi nasce a Caravaggio o a Milano, quasi sicuramente il 25 settembre, da Lucia Aratori e Fermo Merisi, architetto e amministratore di casa di Francesco Sforza, marchese di Caravaggio.

1577 - Muoiono per malattia il padre, il fratello Pietro e i nonni paterni. La madre assume la tutela dei tre figli: Michelangelo, Giovanni Battista (che diventerà sacerdote) e Caterina.

6 aprile 1584 - Per quanto giovanissimo, Michelangelo inizia l'apprendistato presso la bottega di Simone Peterzano, che si vantava scolaro di Tiziano e lavorava a Milano. Secondo alcuni studiosi l'apprendistato sarebbe durato sino al 1588, ma in base a una ricostruzione diversa, si sarebbe protratto fino al 1590.

29 novembre 1590 - Muore la madre.

1592 - Dopo la spartizione della sua eredità con i fratelli avvenuta l'11 maggio, Michelangelo parte per Roma. Qui è ospitato da Monsignore Pandolfo Pucci da Recanati, maestro di casa della sorella del pontefice Sisto V, Camilla Peretti, e poi dall'oste Tarquinio, proprietario di locande e di un bordello. A causa dello scarso vitto offerto da Pandolfo Pucci, e per questo soprannominato dal pittore monsignor Insalata, Caravaggio decide di andare a vivere da solo e lavora per uno sconosciuto pittore siciliano, un certo Lorenzo.

1593 - Secondo alcuni biografi, Caravaggio viene ricoverato nell'Ospedale della Consolazione (destinato ai poveri) per la ferita procuratagli dal calcio di un cavallo o forse per malaria. Entra per alcuni mesi nell'attiva bottega di Giuseppe Cesari, meglio noto con il nome di Cavalier d'Arpino, un pittore specializzato in affreschi, che tra il 1590 e il 1595 godeva di grande prestigio nella città pontificia, essendo amico personale di papa Clemente VIII. Alcuni anni dopo, il cardinale Francesco Maria Del Monte, ambasciatore del Granduca di Toscana a Roma, accoglie il pittore in casa propria, presso Palazzo Madama, e diviene il suo maggior committente.

12 luglio 1597 - Un barbiere che lavora nei pressi della chiesa di Sant Agostino rilascia una testimonianza presso il Tribunale del Governatore in cui afferma che Caravaggio era solito portare la spada.

23 luglio 1599 - Ottiene la sua prima commissione pubblica: le Storie di San Matteo per la Cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi. Conosce la cortigiana Fillide Melandroni che si ritiene ritratta nella Santa Caterina d'Alessandria e nel quadro che ritrae Marta e Maddalena.

19 dicembre 1600 - Aggredisce a bastonate e ferisce con la spada Girolamo Stampa. Da questo episodio inizierà una lunga serie di denunce.

7 febbraio 1602 - Viene commissionata al Caravaggio la seconda versione di San Matteo e l'Angelo per la Cappella Contarelli.

28 agosto 1603 - Con alcuni suoi amici artisti (Onorio Longhi, Orazio Gentileschi, Filippo Trisegni) Caravaggio è citato in giudizio da Giovanni Baglione, pittore egli stesso e autore di una delle prime biografie caravaggesche, per aver diffuso un «libello famoso» in cui veniva diffamato.

11 settembre 1603 - Caravaggio è arrestato.

13 settembre 1603 - Caravaggio si difende con una deposizione durante il processo Baglione. Si tratta dell'unico documento a noi pervenuto in cui Caravaggio svolge delle considerazioni sulla pittura.

25 settembre 1603 - Caravaggio è rilasciato in libertà provvisoria grazie all'intervento dell'ambasciatore del re di Francia.

24 aprile 1604 - Più volte arrestato per ingiurie e porto d'armi abusivo, Caravaggio è nuovamente denunciato, stavolta dal cameriere di un'osteria romana, Pietro Fusaccia, che ha colpito gettandogli in faccia un piatto di carciofi.

20 luglio 1605 - In Piazza Navona aggredisce il suo rivale in amore Mariano Pasqualone, a causa di Lena, modella dei suoi quadri di quel periodo. Fugge a Genova, presso il principe Marcantonio Doria, ma rientra subito a Roma.

1 settembre 1605 - La proprietaria di casa, Prudenza Bruna, lo denuncia per non aver pagato l'affitto. Il pittore si vendica rompendole a sassate le gelosie delle finestre.

2 marzo 1606 - Dai documenti risulta che Caravaggio ha già dipinto la Madonna di Loreto per la Chiesa di Sant Agostino

8 aprile 1606 - Caravaggio riceve il saldo per la Madonna del Serpe destinata alla Cappella dei Palafrenieri in San Pietro.

16 aprile 1606 - L'opera, collocata sull'altare il 14 aprile, risulta rimossa il 16 dello stesso mese.

29 maggio 1606 - Viene coinvolto in una rissa presso Campo Marzio, durante una partita alla pallacorda, e ferisce mortalmente Ranuccio Tomassoni. Per sottrarsi alla giustizia, fugge nella campagna romana e viene ospitato in un castello della famiglia Colonna (a Paliano, Zagarolo, o forse Palestrina), ove si trattiene qualche mese.

6 ottobre 1606 - Caravaggio è a Napoli.

9 gennaio 1607 - Caravaggio riceve il pagamento per le Opere di misericordia commissionate dal Pio Monte della Misericordia.

13 luglio 1607 - Caravaggio è a Malta.

26 luglio 1607 - Caravaggio viene interrogato dall'Inquisizione di Malta.

7 febbraio 1608 - Il gran Maestro dei Cavalieri di Malta chiede al pontefice il permesso di nominare cavaliere dell'Ordine Caravaggio nonostante la pessima fama di cui gode e le accuse di omicidio.

14 luglio 1608 - Caravaggio è nominato Cavaliere di grazia dell'Ordine dei Cavalieri di Malta.

6 ottobre 1608 - Caravaggio risulta evaso dal forte Sant'Angelo di Malta, dove era stato imprigionato.

I dicembre 1608 - Caravaggio è espulso dall'ordine perché putridum et foetidum.

1609 - Tra la fine del 1608 e i primi mesi del 1609 Caravaggio soggiorna in Sicilia, tra Siracusa, Messina e Palermo. Agosto 1609 Caravaggio ritorna a Napoli. Sulla soglia della Locanda del Cerriglio viene riconosciuto da uomini assoldati dal Cavaliere di Malta al quale aveva recato offesa, e colpito ripetutamente con armi da taglio, tanto che viene lasciato a terra dai suoi assalitori, dato per morto.

11-20 maggio 1610 - Ha dipinto il Martirio di Sant'Orsola per Marcantonio Doria di Genova, al quale l'opera viene spedita nei giorni successivi.

18 luglio 1610 - Malato e febbricitante, mentre si aggira sul litorale toscano di Port'Ercole, probabilmente per attacco di malaria, muore a 39 anni.

 

Biography by Ferdinando Bologna

1571 - Michelangelo Merisi is born at Caravaggio or Milano, almost certainly 25 September, of Lucia Aratori and Fermo Merisi, architect and home manager of Francesco Sforza, Marquis of Caravaggio.

1577 - Father, brother Pietro and paternal grandparents die of illness. Mother takes on guardianship of the three children: Michelangelo, Giovanni Battista (to become a priest) and Caterina.

6 April 1584 - Though very young, Michelangelo starts apprenticeship at the studio of Simone Peterzano, proud scholar of Titian, working in Milan. According to some students, the apprenticeship lasted until 1588, but on the basis of another reconstruction, it was extended to 1590.

29 November 1590 - Mother dies.

1592 - After his inheritance is shared with siblings on 11 May, Michelangelo leaves for Rome. Here, he is the guest of Monsignore Pandolfo Pucci da Recanati, house master to Camilla Peretti, sister of Pope Sixtus V, and then innkeeper Tarquinio, bar and brothel owner. Due to the poor food offered by Pandolfo Pucci, so nicknamed Monsignor Salad by the painter, Caravaggio decides to go and live alone and works for an unknown Sicilian painter, one Lorenzo.

1593 - According to some biographers, Caravaggio is hospitalised in Ospedale della Consolazione (designed for the poor) over a wound dealt by a horse’s kick or maybe illness. For some months he enters the active studio of Giuseppe Cesari, better known as Cavalier d'Arpino, a painter specialising in frescoes, who between 1590 and 1595 enjoyed great prestige in the papal city, as Pope Clement VIII’s personal friend. Several years later, Cardinal Francesco Maria Del Monte, ambassador to the Great-duke of Tuscany in Rome, welcomes the painter in his own home, at Palazzo Madama, and becomes his greatest client.

12 July 1597 - A barber working around Sant Agostino Church issues witness at the Governor’s Tribunal, claiming that Caravaggio used to carry a sword.

23 July 1599 - Obtains his first public commission: the Stories of Saint Matthew for Contarelli Chapel in San Luigi dei Francesi Church. Meets Fillide Melandroni, who claims to be portrayed in Saint Catherine of Alexandria and in the picture showing Martha and Magdalene.

19 December 1600 - Attacks and beats Girolamo Stampa, wounding him with a sword. This episode triggers a long series of charges.

7 February 1602 - Caravaggio is commissioned for a second version of Saint Matthew and the Angel for Contarelli Chapel.

28 August 1603 - With some artist friends (Onorio Longhi, Orazio Gentileschi, Filippo Trisegni), Caravaggio is summoned to court by Giovanni Baglione, himself a painter and author of one of the first Caravaggio biographies, for circulating a ‘famous pamphlet’ defaming him.

11 September 1603 - Caravaggio is arrested.

13 September 1603 - Caravaggio defends himself with a deposition during the Baglione trial. It is the only document to reach us where Caravaggio makes considerations on painting.

25 September 1603 - Caravaggio is released on bail thanks to intervention by the Ambassador to the King of France.

24 April 1604 - Several times arrested for insults and carrying illegal weapons, Caravaggio is again reported, this time by the waiter of a Roman osteria, Pietro Fusaccia, who he struck by throwing a plate of artichokes in his face.

20 July 1605 - In Piazza Navona attacks his rival in love Mariano Pasqualone, due to Lena, model for his pictures in this period. Flees to Genoa, and Prince Marcantonio Doria, but immediately returns to Rome.

1 September 1605 - Landlord, Prudenza Bruna, reports him for not paying rent. The painter gets revenge by breaking his window shutters with rocks.

2 March 1606 - Documents reveal Caravaggio has already painted Madonna di Loreto for Sant Agostino Church.

8 April 1606 - Caravaggio is paid for Madonna and Child with Saint Anne, intended for Palafrenieri Chapel in Saint Peter’s.

16 April 1606 - The work, placed on the altar on 14 April, appears removed on 16th of the same month.

29 May 1606 -  Involved in a brawl at Campo Marzio, during a royal tennis match, and mortally wounds Ranuccio Tomassoni. To escape the law, he flees to the Roman country and is hosted in a castle of the Colonna family (at Paliano, Zagarolo, or maybe Palestrina), where he remains for a few months.

6 October 1606 - Caravaggio is at Naples.

9 January 1607 - Caravaggio receives payment for Seven Works of Mercy, commissioned by Pio Monte della Misericordia.

13 July 1607 - Caravaggio is at Malta.

26 July 1607 - Caravaggio is interrogated by the Maltese Inquisition.

7 February 1608 - The Great Master of the Knights of Malta asks the Papacy permission to make Caravaggio Knight of the Order, despite the ill repute and accusations of murders he has.

14 July 1608 - Caravaggio is made Knight of Grace in the Order of Maltese Knights.

6 October 1608 - Caravaggio appears to have escaped from Fort Saint Angelo in Malta, where he was imprisoned.

I December 1608 - Caravaggio is expelled from the order as putridum et foetidum.

1609 - Between late 1608 and early 1609 Caravaggio stays in Sicily, amid Syracuse, Messina and Palermo. August 1609, Caravaggio returns to Naples. On the threshold of Locanda del Cerriglio he is recognised by men hired by the Knight of Malta, who he has offended, and is reatedly hit by edged weapons, so much so that his assailants leave him on the ground as dead.

11 - 20 May 1610 - Painted The Martyrdom of Saint Ursola for Marcantonio Doria of Genova, to whom the work is sent in coming days.

18 July 1610 - Ill and feverish, while wandering the Tuscan shore of Port'Ercole, dies aged 39, probably of a malaria attack.




Opere riprodotte da Le Mostre Impossibili

Works reproduced by Impossible Exhibitions