contattigalleryla storiaportfoliohome
Ferdinando Bologna
storico dell'arteart historian

Le Mostre impossibili consentono una più approfondita conoscenza delle opere ed un accostamento, per confronto, di opere che sono normalmente lontanissime fra di loro. Soprattutto, questa nuova generazione di riproduzioni d'arte, ad altissima definizione e a grandezza naturale, consente un approccio agli originali che gli originali stessi, nelle condizioni in cui normalmente si trovano, sia nei musei sia nelle sedi proprie, non consentono. Anche per questo considero geniale il progetto delle mostre impossibili ideato e sviluppato, con perseveranza e rigore, da Renato Parascandolo.

The Impossible Exhibitions allow deeper awareness of works and actual vicinity to works that are normally far apart. Especially, this new generation of very high-definition, life-sized art reproductions allow an approach to the originals which the originals themselves, in their normal conditions in both museums and their own premises, do not allow. This is another reason why I find the Impossible Exhibitions project, devised and developed with perseverance and rigour by Renato Parascandolo, ingenious.

Biografia

Si è laureato in lettere e filosofia presso l'Università "La Sapienza" nel 1947, discutendo una tesi in Storia dell'Arte medievale e moderna con Pietro Toesca. Nel 1948 ha vinto la borsa di studio Max Ascoli presso l'Istituto Italiano di Studi Storici fondato l'anno precedente da Benedetto Croce a Napoli, dove ha seguito i corsi di Benedetto Croce, Federico Chabod e Giovanni Pugliese Carratelli. Dal 1950 al 1958 è stato direttore della Pinacoteca nazionale di Napoli, curandone il trasferimento presso la sede del museo nazionale di Capodimonte e il riordinamento scientifico e museografico (1953-1956). Dal 1955 ha insegnato storia dell'arte medievale e moderna e dal 1958 è stato professore di ruolo presso l'Accademia di belle arti di Napoli e quindi di Roma. Nel 1965 è divenuto professore ordinario di storia dell'arte medievale presso la facoltà di Magistero dell'Università di Messina, passando quindi nel 1967 all'Università di Napoli e nel 1984 all'Università di "Tor Vergara" a Roma. Nel 1950 è stato tra i membri fondatori della rivista Paragone-Arte , diretta da Roberto Longhi, di cui è stato redattore e collaboratore fino al 1966. Ha diretto per la casa editrice UTET di Torino la collana Storia dell'Arte in Italia . Nel 2003 ha fondato il periodico semestrale Confronto. Studi e ricerche di storia dell'arte europea , che tuttora dirige. Nel novembre 1990 l'università di Barcellona gli ha conferito la Laurea honoris causa. Nel marzo 1997 l'amministrazione comunale della città di Napoli gli ha conferito la cittadinanza onoraria. Il 2 giugno 1998 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica la Medaglia d'oro ai benemeriti della scienza e della cultura. Nel febbraio 2008 anche l'università di Chieti gli ha conferito la Laurea honoris causa. Nel dicembre 2011 l'Istituto Superiore di Studi Medievali "Cecco d'Ascoli" gli ha conferito il Premio Internazionale Ascoli Piceno.

He graduated in literature and philosophy at the University "La Sapienza" in 1947, discussing a thesis in the History of Medieval and Modern Art with Pietro Toesca. In 1948 he won the Max Ascoli scholarship at the Italian Institute of Historical Studies, founded the previous year by Benedetto Croce at Naples, where he attended courses by Benedetto Croce, Federico Chabod and Giovanni Pugliese Carratelli. From 1950 to 1958 he was director of Pinacoteca Nazionale in Naples, seeing to its move to the site of Capodimonte National Museum and scientific and museographic reordering (1953-1956). From 1955 he taught Medieval and modern art history and from 1958 he was tenured professor at the Accademia di belle arti at Naples and then Rome. In 1965 he became full professor in Medieval art history at the faculty of Magisterium at the University of Messina, passing then in 1967 to Naples University and in 1984 to the University of "Tor Vergara" in Rome. In 1950 he was among the founding members of the magazine Paragone-Arte, run by Roberto Longhi, and editor and collaborator until 1966. He managed the series Storia dell'Arte in Italia for the publishing company UTET in Turin. In 2003 he founded the six-month periodical Confronto. Studi e ricerche di storia dell'arte europea, which he still runs. In November 1990 the University of Barcelona awarded him the honoris causa degree. In March 1997 the municipal administration of the city of Naples made him honorary citizen. On 2 June 1998 the President of the Republic gave him the Gold Medal for services to science and culture. In February 2008 the University of Chieti also awarded him the honoris causa degree. In 2011 the Higher Institute of Medieval Studies "Cecco d'Ascoli" gave him the International Ascoli Piceno Prize.

Vedi anche

See also