contattigalleryla storiaportfoliohome
Adorazione dei MagiAdoration of the Magi
Leonardo da VinciLeonardo
Galleria degli UffiziGalleria degli Uffizi, FirenzeFlorence, ItaliaItaly
olio su tavolaoil on panel, 246 x 243 cm., anno 1481


Allogata, marzo 1481, dai monaci agostiniani di San Donato a Scopeto, l’opera è rimasta interrotta per il trasferimento del maestro a Milano (1482). Rivela una globale assimilazione della moderna pittura fiorentina e della scultura classica nell’articolazione compositiva dello spazio, unificato dall’elemento disegnativo, dal colore quasi monocromo, da una luce e un chiaroscuro avvolgenti. Il focusdella scena, l’Epifania del Bambino, imprime alla figurazione un turbinante effetto di propagazione di gesti coinvolgente l’intero emiciclo degli astanti, soluzione riproposta nel Cenacolo del Refettorio del tempio domenicano di Santa Maria delle Grazie a Milano. Il fondale, dove emerge nitida la preparazione, accoglie a destra l’eblematica visione di un atmosferico paesaggio montuoso.

Testo di Maria Teresa Tancredi 

Placed by the Augustinian monks of San Donato at Scopeto in March 1481, the work was interrupted thanks to the master’s move to Milan (1482). It reveals a global assimilation of modern Florentine painting and classical sculpture in its compositional articulation of space, unified by the drawing element, almost monochrome, and a light and gripping chiaroscuro. The focus of the scene, theEpiphany of the Child, lends the figuration a whirling effect propagating gestures gripping the whole semi-cycle of the onlookers, a solution re-proposed in the Last Supper in the Milan Santa Maria delle Grazie Domenic temple Refectory. The backdrop, where the preparation clearly emerges, welcomes the emblematic vision of a mountainous atmospheric landscape to the right.

Text by Maria Teresa Tancredi