contattigalleryla storiaportfoliohome
Madonna del BelvedereMadonna of the Meadow
Raffaello SanzioRaphael
Kunsthistorisches MuseumKunsthistorisches Museum, ViennaWien, AustriaAustria
olio su tavolaoil on panel, 113 x 88 cm., anno c. 1506


Nella piena maturità del Raffaello fiorentino, quest’opera, del 1506, malgrado gli infondati dubbi sull’attribuzione, va ritenuta centrale e culminante della ricerca formalmente suprema dell’urbinate. L’organizzazione compositiva della stupenda figura di Madonna, con i bambini che giocano in primo piano, e la parte superiore, con quel rosso tinto qualificato profondamente che svetta sul grande paesaggio, evocano davvero l’erezione di un monumento. Con ogni evidenza siamo di fronte ad una vera e propria opera architettonica: l’articolazione delle forme, l’intonazione cromatica e la limpidezza atmosferica danno vita ad un altissimo raggiungimento, in cui è dato riscontrare sollecitazioni dal cartone della Sant’Anna di Leonardo, allora esposto nella chiesa fiorentina dell’Annunziata.

Testo di Ferdinando Bologna

In the full maturity of the Florentine Raphael, despite unfounded doubts on its attribution, this work from 1506 is considered central and climactic in the Urbinate’s formally supreme search. The composition organization of the stupendous figure of Madonna, with the children playing in the foreground, and the part above, with that deeply qualified red tint soaring over the great landscape, do evoke the erection of a monument. Clearly we face an out-and-out architectural work: the articulation of the forms, the chromatic intonation and the atmospheric clarity breathe life into a great achievement, where one may meet solicitations from the Saint Annacartoon by Leonardo, then displayed in the Florentine Church of the Annunciate.

Test by Ferdinando Bologna

Media