contattigalleryla storiaportfoliohome
Giuditta e OloferneJudith Beheading Holofernes
Michelangelo Merisi da CaravaggioMichelangelo Merisi da Caravaggio
Galleria Nazionale d'Arte AnticaGalleria Nazionale d'Arte Antica, RomaRome, ItaliaItaly
olio su telaoil on canvas, 125 x 168 cm., anno 1597


Proviene dalla collezione del mercante genovese Ottavio Costa, che fu uno dei raccoglitori più antichi e più fervidi dell'opera giovanile di Caravaggio. Fu lui che in seguito gli procurò la chiamata a Malta, dopo averne acquistato un quadro dipinto durante la fuga da Roma e la sosta nella campagna romana presso don Marzio Colonna. Quest'opera è l'esempio più antico dell'intento di mettere in evidenza la tragicità del momento rappresentato e la crudezza dell'evento. La decollazione di Oloferne è dipinta con una franchezza e con una volontà di penetrare nell'orrore del momento, che è veramente al livello massimo della capacità espressiva di Caravaggio.

This comes from the collection of the Genoese merchant Ottavio Costa, who was one of the oldest and most fervent collectors of Caravaggio’s youthful work. It was he who later procured Caravaggio's summons to Malta, after acquiring a picture of it painted during the flight from Rome and the stay in the Roman countryside with don Marzio Colonna. This work is the most ancient example of the intention of emphasising the tragedy of the moment portrayed and the harshness of the event. Holofernes’ beheading is painted frankly and with a desire to penetrate into the horror of the moment, which is at the highest level of Caravaggio’s expressive capacities.